Case Domotiche

Descrizione: 

Da settembre 2006 il progetto ABILITANDO promosso dalla cooperativa CO.GE.S.S. è giunto alla sua fase decisiva: l’ingresso degli inquilini nelle “abitazioni domotiche” situate in via Stoppini a Barghe; il termine “domotica” è una contrazione di domus robotica, un’ applicazione della tecnologia al servizio dell’uomo nella sua abitazione. Infatti gli appartamenti, per favorire l’indipendenza abitativa di persone con disabilità fisica, sono realizzati con ausili tecnologici, quali per esempio, comandi a fotocellula per l’apertura di porte e finestre, l’accensione di luci, l’utilizzo di elettrodomestici.
Per festeggiare questo importante traguardo è stata organizzata un’inaugurazione, in data 18 ottobre 2006, che ha visto come relatori, oltre ai rappresentanti della Cooperativa, i vari referenti istituzionali che si sono attivati in questi anni per la realizzazione del progetto ABILITANDO. COSA PENSANO GLI INQUILINI DI QUESTA ESPERIENZA???
Cosa vuol dire indipendenza? Cosa vuol dire indipendenza per un disabile o diversamente abile, come preferite chiamarlo?
Si parla tanto di progetto di vita indipendente per lo meno tra persone disabili e operatori sociali, ma cosa effettivamente significhi lo si capisce solo quando lo si prova sulla propria pelle.
Per la maggior parte delle persone andare a vivere da soli è una “tappa fondamentale” della vita. Forse perché si esce dal nido della propria famiglia e si deve imparare a gestire il proprio tempo, quello che rimane prima e dopo il lavoro e le risorse economiche. Inoltre ci sono tanti aspetti della propria vita da riprogettare in modo diverso, come le amicizie, il tempo libero, l’amore e gli affetti, aspetti fondamentali che dipendono ora solo da noi stessi e non più anche dalle esigenze delle persone che vivevano con noi. Vita indipendente significa far conto prima di tutto sulle proprie forze e poi sull’aiuto degli altri.
L’indipendenza, per un ragazzo disabile, significa affrontare difficoltà e necessità maggiori, legate alla concretezza della propria disabilità. Il progetto ABILITANDO, con la costruzione delle case domotiche, ha cercato di sostenere e curare proprio queste esigenze, dando la possibilità agli inquilini di avere un futuro più autonomo e la possibilità di mettersi alla prova e testare ogni giorno i propri limiti. Farlo in casa con parenti e amici risulta più difficile per il semplice fatto che, da una parte è comodo non attivarsi, dall’altra, come forse vi è capitato, la persona che ha meno problemi è più disposta a sostituirti.
Inoltre permettendo a persone con disabilità e percorsi passati differenti, di provare questa esperienza, viene dato loro modo di conoscersi e confrontarsi apertamente su problemi che a volte anche tra disabili si preferisce tacere per la paura di non essere capiti. Tutto questo non sarebbe stato possibile senza: innanzitutto l’intuizione della Cooperativa CO.GE.S.S. e delle singole persone che la compongono, alcuni politici che hanno creduto profondamente portando il progetto in alto loco e, non meno importanti, tutte le istituzioni, di varie tipologie, che hanno contribuito finanziariamente alla realizzazione di ABILITANDO. 

 

Ufficio di riferimento: Ufficio Tecnico